Smartworking
Aziende forzatamente chiuse e dipendenti a lavoro da remoto, la quotidianità di migliaia di aziende italiane è stata scandita dallo smart working, la più efficace (teoricamente) evoluzione del telelavoro.
Cos’è lo Smart Working?
Un rapporto tra azienda e dipendente subordinato ad una connessione remota, che esce dalle regole di orari e luogo fisico di lavoro, permettendo la sua esecuzione da un luogo diverso da quello della sede aziendale.
Tantissimi i benefici quindi, come continuare a lavorare anche quando è impossibile recarsi sul posto di lavoro, ma anche tanti rischi correlati. Vediamoli insieme.
Rischi legati al flusso di informazioni su rete
La necessità di lavorare in locale, o accedere ai server aziendali per il lavoro da remoto, comporta un enorme spostamento di dati che, dall’interno dell’impresa viaggiano in rete per raggiungere postazioni domestiche, più o meno protette.
Avete mai pensato al percorso che queste informazioni fanno prima di comparire sul vostro dispositivo?
Rischi legati al parco hardware
Una particolare attenzione va data anche al “parco macchine” messe a disposizione al dipendente in smart working. In modo particolare ci riferiamo ai dispositivi mobili. Nella fattispecie: utilizzare un dispositivo mobile al di fuori dell’azienda, e riportarlo all’interno dell’impresa, collegandolo a dispositivi/server aziendali, può compromettere l’integrità della piattaforma interna. 
Avete mai pensato a cosa può accadere ibridando su uno stesso dispositivo un utilizzo aziendale e personale?
Rischi di utilizzo
Poca alfabetizzazione digitale da parte di molti utilizzatori. Non va nemmeno sottovalutato il livello di conoscenza informatica dei dipendenti che, in molti casi, si sono trovati a far fronte in autonomia a situazioni per le quali non erano preparati. Oltre le normali competenze, queste nuove dinamiche hanno comportato un’esposizione nuova (e pericolosa) a rischi connessi alla navigazione e alla capacità del singolo di riconoscere potenziali allarmi.
Avete mai pensato a che effetto potrebbe avere sui propri dati la loro gestione da parte di qualcuno senza la conoscenza delle più basilari regole informatiche?
Sicurezza Informatica
Il fulcro delle criticità legate allo smart working va ritrovato nel concetto di SICUREZZA INFORMATICA, che fa diretto riferimento alla sicurezza dei dati condivisi e trattati nel normale svolgimento delle operazioni lavorative quotidiane. Una ricchezza spesso intangibile che diventa, ogni giorno di più, un vero e proprio asset aziendale.
Cosa può fare Crismatica Network?
  • Consulenza gratuita: per valutare il vostro grado di sicurezza informatica e il parco hardware e software.
  • Upgrade software: tutti gli ultimi software per mettere in sicurezza le vostre informazione e far lavorare i vostri dipendenti in sicurezza.
  • Upgrade hardware: una fornitura di tutti i dispositivi, mobili e fissi, necessari al buon funzionamento di una realtà moderna: sia per quanto riguarda la sicurezza informatica (ad esempio firewall e server) che l’operatività quotidiana (ad esempio computer portatili, tablet e smartphone). Inoltre sono possibili le opzioni di noleggio operativo o locazione finanziaria (con conseguente ricaduta sul credito d’imposta).
  • Formazione: un servizio di formazione dedicato a dipendenti e responsabili perché siano pronti ad affrontare gli eventuali rischi e criticità.
  • Monitoraggio: operazioni continuative e ricorrenti per la valutazione e rilevazione dell’operatività e dello stato di salute della struttura informatica.
Contattaci per scoprire cosa possiamo fare per te!
2020-06-16T15:35:05+00:0012 Giugno 2020|